oggetto del contratto di rete di imprese

L’oggetto del contratto di rete di imprese

L’oggetto del contratto di rete di imprese è più complesso rispetto a quello di una singola impresa. Comprendiamone insieme le differenze.

In materia di imprese, cos’è l´oggetto sociale? Descrive le attività che possono essere esercitate dalla società (stiamo quindi parlando di srl, spa, sas, …). Va incluso nell’atto costitutivo e deve far capire cosa fa la società, qual’è il suo scopo ultimo. Un esempio semplice: “Produzione e vendita di auto” potrebbe essere un oggetto sociale che descrive in modo chiaro cosa si fa e dove punta il business.

Ogni forma associativa ha il suo oggetto sociale e quindi non poteva mancare nelle reti di imprese. In questo caso però si ha un business avviato da più imprese ed ha uno scopo unico, ben definito, mentre può avere un oggetto fatto solo in un certo modo.

Come può essere l’oggetto del contratto di rete di imprese – La legge dice che…

Con il contratto di rete più imprenditori perseguono lo scopo di accrescere, individualmente e collettivamente, la propria capacità innovativa e la propria competitività sul mercato e a tal fine si obbligano, sulla base di un programma comune di rete, a

  • collaborare in forme e in ambiti predeterminati attinenti all’esercizio delle proprie imprese ovvero
  • a scambiarsi informazioni o prestazioni di natura industriale, commerciale, tecnica o tecnologica ovvero ancora
  • ad esercitare in comune una o più attività rientranti nell’oggetto della propria impresa.

Il che vale a dire che in un contratto di rete gli imprenditori

  • Si impegnano a collaborare tra loro oppure
  • scambiano informazioni o prestazioni oppure
  • esercitano una o più attività rientranti nell’oggetto della propria impresa.

Le tre forme dell’oggetto del contratto di rete di imprese

Insomma a cosa serve l’oggetto del contratto di rete? Esso determina le modalità con cui le aziende collaboreranno (perché fanno parte di una rete) e chiarisce in modo preciso quali saranno le vie attraverso cui si potrà raggiungere questo scopo, se si andranno a scambiare prestazioni o prodotti, o se si collaborerà ed in quali ambiti, rientranti nell’oggetto delle proprie imprese, oppure che si collaborerà ed al contempo si effettueranno scambi di prestazioni o di beni.

La vision del contratto di rete parte dall’oggetto

L’oggetto potrebbe gettare uno sguardo su quello che sarà lo scopo di queste forme di scambio e/o collaborazione, orientando il contratto di rete in una direzione ben precisa. Un esempio potrebbe essere “le imprese convengono di collaborare per aumentare la propria visibilità di mercato rispetto alle imprese concorrenti, tramite l’adozione delle strategie di XXYYZZ per lo sviluppo del mercato locale in ambito nazionale“. Di per sè questa precisazione non è necessaria, ma per un principio di coerenza spinge le aderenti a sviluppare bene il programma di rete (di cui parleremo più avanti) in modo da ottenere esattamente lo scopo previsto dall’oggetto.

 

Hai un’idea imprenditoriale e non sai come impostarla? La rete di imprese è uno strumento interessante ma vorresti saperne di più? Ti va di parlarne con i nostri esperti? CONTATTACI ai nostri riferimenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *